La Mariglianese esce dal campo Italia con un passivo pesante e, per il tecnico Aldo Papa, il motivo è da ricercarsi in un impatto errato sulla partita e in qualche occasione di troppo non finalizzata da Romano.

APPROCCIO SBAGLIATO – “Al di là del risultato, la squadra si è espressa bene per tutti i 90 minuti. Abbiamo avuto tre palle-gol limpidissime e la differenza sta tutta lì: il Fc Sorrento ha capitalizzato al massimo le occasioni avute. Mi dispiace invece per Giacomo Romano che ha avuto sul piede tutte e tre le chance per fare gol. Se devo rimproverare solo una cosa alla mia squadra, questa è l’approccio sbagliato alla partita”.

CONTATTO SCOGNAMIGLIO-SACCO SULLO 0-2 – “Il rigore su Sacco era nettissimo ma l’arbitro ha visto così”.

DIFFERENZE CON LA GARA DI ANDATA – “Quella fu una partita particolare: troppo nervosismo da parte dei giocatori esperti del Sorrento. Adesso, invece, si è vista una squadra mentalmente più tranquilla. Il risultato li ha aiutati perché dopo 10 minuti stavano già sul 2-0 e si è messa in salita per noi. Diventa poi difficile giocare su un campo del genere e contro un avversario così. Mi auguro con tutto il cuore che anche loro possano arrivare in serie D, magari tramite i play-off. Difficilmente la Nocerina, infatti, potrà perdere il campionato a due giornate dalla fine”.

ERRORI SUI PRIMI DUE GOL PRESI – “Eravamo anche schierati bene sui cross laterali. La postura del corpo di alcuni nostri giocatori era sbagliata perché si guardava solo la palla. Bisognava tenere di mira anche l’attaccante che stava dietro, ma sono errori che si commettono anche ai massimi livelli. Si lavora anche su questi particolari ma, a volte, diventa difficile per un difensore quando ti arriva un cross così veloce”.

Commenti

commenti