DI STEFANO SICA (FOTO DI CARMINE GALANO)

PEZZELLA 6 – Salva il risultato su Abate in apertura ed è un intervento pesante. Poi resta abbastanza inoperoso per tutto l’arco del match.

CIOFFI 6,5 – Ancora una gara di grande sostanza per l’ex Cervinara. Potrebbe essere più reattivo nella circostanza che porta Abate vicinissimo al gol, ma la solidità attuale della retroguardia passa anche per la sua crescita costante.

BOLZAN 6 – Non ha molte chance per farsi vedere in avanti ma, in fase di non possesso, mantiene sempre la posizione pur stringendo i denti per un problema al flessore che lo costringerà ad alzare bandiera bianca durante l’intervallo. DAL 46′ SCARPA 6,5 – Forse è la prima volta in carriera che qualcuno lo utilizza da terzino ma sorprende per la personalità con cui interpreta, sin dalle prime battute, questo copione inedito. Un errore di posizione, in verità, lo commette quando si fa sfuggire alle spalle Delle Donne anche se poi è veloce nel recupero che impedisce all’attaccate di concludere. E nel finale piazza di gran carriera due diagonali di testa che evitano il peggio.

VITIELLO 6 – Ispira il vantaggio rossonero col lancio dorato che mette in condizione Marcucci di appoggiare a Fontanarosa per la volée vincente. L’atteggiamento sparagnino del Sorrento non lo avvantaggia anche se, nella ripresa, contribuisce a fare legna in mediana garantendo i giusti equilibri.

AMMENDOLA 5 – Soffre oltremisura Limatola ricorrendo anche alle maniere cattive per limitarlo. Ma è ingenuo nel lasciare in 10 i compagni in un momento delicato della gara. Propone solo un bel traversone nel primo tempo non sfruttato da Vitale.

TERRACCIANO 6,5 – E’ il gladiatore e l’anima della difesa. Peraltro la sua condizione atletica cresce domenica dopo domenica dopo gli acciacchi degli ultimi tempi. Impossibile fermarlo perché non è uno che si tira facilmente indietro.

ESPOSITO LAURI 6 – Magari è poco acuto nel capire il lungo taglio in verticale di Isoldi quando il baby rossoblù, servito da Limatola, non centra di un soffio la porta. Ma in mediana assicura la sua solita dose di ordine e tranquillità, senza mai sfigurare.

FONTANAROSA 7 – Il migliore dei rossoneri. Sforna una prodezza da manuale del calcio ed il suo è il gol stagionale più bello dei costieri. Nel secondo tempo non può far vedere molto visto che il Sorrento rinuncia a giocare ed a pressare alto.

VITALE 6 – E’ quel tipo di giocatore che, anche quando non si vede, si sente. Il Sorrento crea davvero poco e non lo mette in condizione di esprimersi per quelle che sono le sue caratteristiche, ma lui ha il merito di non risparmiarsi mai. DALL’88 LA MURA SV

FAVETTA 5 – Non in giornata. Probabilmente è in un momento nel quale sta rifiatando in attesa di tempi migliori. Ma è stanco e sempre assente dal gioco. Una delle sue partite più opache. DAL 65′ SAVARESE 6 – Un assist al bacio per Vitale, che non arriva sul pallone a pochi passi da Faggiano, e nulla più. Lui fa la sua onesta partita, ma il contesto generale non può esaltarlo.

MARCUCCI 6,5 – Suo l’assist a Fontanarosa per il gol che decide la partita. Non sfrutta un paio di palloni gustosi negli ultimi 10 metri ma è sempre nel vivo delle azioni rossonere.

COPPOLA 6 – Più sostanza che estetica ma è quello che conta in questo momento. Tuttavia il suo Sorrento impatta male con la partita e, per buona parte del secondo tempo, non riesce a proporre quel pressing alto che di norma è un dettame dell’allenatore, restando sulle retrovie. Lo premia la scelta inedita di Scarpa come terzino a sinistra, anche se questa opzione suona un po’ come una bocciatura per Paradisone o La Mura. Insomma, il tecnico di Castellammare sta facendo di necessità virtù, vivendo ancora una (obbligata) fase di sperimentazione.

 

Commenti

commenti