VOTO 10: Al tandem Maiorino-Villagatti. Ricoprono ruoli diametralmente opposti, ma entrambi meritano la menzione di “migliore della domenica”. Funambolico il primo, un muro il secondo. Per Maiorino una doppietta di pregevole fattura, con un gol che ricorda vagamente la prodezza di Insigne contro l’Argentina. Per Villagatti, tra le altre, una “chiusura” alla Franco Baresi. D’altri tempi.

VOTO 9: Al “quadrato umano” presente in curva Nord: caldo, colorato, appassionato. E ai tanti bambini, accompagnati dai loro genitori che hanno tifato insieme ai “grandi”. Cresceranno.

VOTO 8: A mister Chiappino, che si è precipitato sotto la curva Nord per raccogliere e restituire un meritato applauso. Rispettoso dei tifosi e dell’ambiente che lo ospita, l’allenatore ha già instaurato un feeling speciale coi ragazzi della Nord. Se il Sorrento è diventata una squadra, il merito è al 99 per cento suo. Vero uomo.

VOTO 7: Ai tifosi del Poggibonsi, cinque in totale, quattro drappi al seguito, e tre carabinieri a sorvegliarli. La passione non ha distanza né categoria. Onore a loro.

VOTO 6: A Catania, autentica spina nel fianco della retroguardia toscana. Ma un calciatore della sua esperienza e della sua qualità, le occasioni doveva assolutamente sfruttarle meglio. Si rifarà.

VOTO 5: alle distrazioni difensive. Occorre più concentrazione in fase di disimpegno. Il Sorrento è una squadra e il solo Villagatti non può sempre salvare capre e cavoli. Da rivedere.

VOTO 4: alle condizioni del Campo Italia. Anche il Colosseo sta per essere sottoposto a restyling. Di questo passo, l’impianto di via Califano diventerà un monumento storico. Decadente.

VOTO 3: di stima, all’amministrazione comunale attuale e alle precedenti, per le motivazioni di cui sopra. Per non dimenticare.

VOTO 2: agli amanti della “tracchiulella”, che anche questa domenica, hanno preferito restare a casa, davanti alla tv per tradire la propria identità territoriale. Non sapete che vi siete persi. Disfattisti.

VOTO 1: a chi continua a commercializzare e a spacciare come ufficiali le divise “pezzotte” del Sorrento calcio. Abbiate almeno la decenza di istruire adeguatamente il turista-cliente con una frase semplice semplice: “Questa non è la maglia ufficiale”.

Commenti

commenti